Notizia
realtà virtuale

CellCube prevede di implementare un sistema di accumulo di energia della batteria di flusso in Australia

Il fornitore europeo di sistemi di accumulo di energia con batterie a flusso CellCube ha costituito un gruppo R&D in Australia, sperando di prendere piede nel mercato nazionale dell'accumulo di energia a lunga durata.

CellCube, una sussidiaria del fornitore di tecnologia con sede in Austria Enerox, ha collaborato con BESS Research, un'organizzazione australiana di ricerca sulle batterie.

Le due società collaboreranno per studiare come la batteria a flusso redox al vanadio CellCube può aiutare a soddisfare la domanda australiana di energia a basse emissioni di carbonio per tutte le stagioni e per pilotare un sistema di accumulo di energia della batteria a flusso di vanadio da 2 MW/8 MWh.

ottobre 18, 2022

Le due società prevedono di essere in grado di sviluppare una versione localizzata del sistema di accumulo di energia della batteria a flusso di vanadio CellCube per il mercato australiano, che secondo loro potrebbe essere in vendita nella seconda metà del 2023. Il loro obiettivo originale era quello di costruire edifici commerciali e industriali ( C&I) microgrid e CellCube sta cercando opportunità anche in altre parti del mondo.

CellCube detto commerciale e industriale (C&I) le entità in Australia stanno attivamente cercando di adottare sistemi di accumulo di energia di durata superiore a quattro ore per decarbonizzare le proprie operazioni.

L'azienda prevede di commercializzare sistemi di accumulo di energia con batterie a flusso per clienti in località remote, climi rigidi e strutture industriali che richiedono sistemi di accumulo di energia versatili, durevoli e di lunga durata.

BESS Research procurerà i componenti, il software e le soluzioni di servizio necessari per l'implementazione di prova da CellCube e potrà adattare o aggiungere elementi alla progettazione del sistema di accumulo di energia della batteria di flusso per soddisfare le esigenze specifiche del mercato australiano.

L'origine e la portata della fornitura di materie prime e componenti è un aspetto importante della commercializzazione di qualsiasi tecnologia e, sebbene le batterie a flusso di vanadio siano state effettivamente inventate in Australia, l'unica miniera di vanadio del paese, Windimurra, è fallita e chiusa alcuni anni fa. .

Il progetto sarà distribuito nell'Australia occidentale, con la partecipazione al progetto anche dello sviluppatore di membrane a scambio protonico Nanomem.

Nanomem sta aiutando le due società a migliorare le membrane a scambio protonico, una parte fondamentale della progettazione dei sistemi di accumulo di energia delle batterie a flusso di vanadio, garantendo al contempo una fornitura localizzata di elettroliti di vanadio.

I governi federale e statale australiani hanno anche affermato chiaramente l'obiettivo di sviluppare competenze e una base industriale per la produzione di batterie, comprese le batterie agli ioni di litio e a flusso.

Il primo ministro Anthony Albanese ha fissato il primo obiettivo nazionale di energia pulita dell'Australia: l'82% di elettricità da fonti rinnovabili entro il 2030.

Il governo australiano ha fornito supporto finanziario per sostenere questi sforzi e le entità hanno sviluppato impianti di produzione, lavorazione e produzione di elettroliti di vanadio a livello nazionale. CellCube ha stipulato un accordo di partnership con Australian Vanadium nel 2020.

Di gran lunga, il produttore di batterie a flusso più famoso d'Australia è Redflow, che produce principalmente sistemi di accumulo di energia basati su elettroliti di bromuro di zinco anziché pentossido di vanadio.

Andrew McKee, amministratore delegato di Nanomem, ha dichiarato: “Stiamo affrontando una maggiore domanda di sistemi di accumulo di energia su scala megawatt in località remote. I clienti australiani vogliono vedere un progetto proof-of-concept di successo utilizzando un sistema di accumulo di batterie su scala megawatt, è una tecnologia di accumulo di energia in grado di fornire energia per ore e ore ed è una tecnologia di accumulo di energia che può ottenere garanzie di finanziamento, ed è in grado di attingere fondi attraverso un contratto di acquisto di energia (PPA).”

Il mercato di riferimento di CellCube include anche gli Stati Uniti. All'inizio di quest'anno, la società ha raggiunto un accordo quinquennale per la fornitura di elettroliti di vanadio con gli Stati Uniti. Verso, un fornitore statunitense di elettrolita di vanadio. CellCube ha lanciato una filiale negli Stati Uniti a maggio di quest'anno e ha annunciato un progetto commerciale e industriale da 2MW/8MWh (C&I) progetto microgrid in Illinois pochi mesi dopo.

CellCube e lo sviluppatore sudafricano di asset energetici Kibo Energy hanno firmato un accordo per implementare un sistema di accumulo di energia con batterie a flusso di vanadio da 1 GW a maggio di quest'anno.

Informazioni di base
  • Anno stabilito
    --
  • tipo di affari
    --
  • Paese / regione
    --
  • Industria principale
    --
  • Prodotti Principali
    --
  • Persona giuridica aziendale
    --
  • Dipendenti totali
    --
  • Valore di uscita annuale
    --
  • Mercato delle esportazioni
    --
  • Clienti collaborati
    --

Invia la tua richiesta

Scegli una lingua diversa
English
Türkçe
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Lëtzebuergesch
русский
Português
한국어
italiano
français
Español
Deutsch
العربية
Lingua corrente:italiano